Tra sirene e Samurai

 

Strane le coincidenze nella vita di un motociclista.  Alle 8 del mattino mi trovo a fantasticare con wolf su come vorrei costruire un’officina dei sogni, con tanto di pavimento a scacchi,ed esattamente 11 ore dopo mi ritrovo a poggiare i piedi su un pavimento gemello  di quello delle miei fantasie, interrotto solo da una splendida “finestra” in robusto cristallo che porta subito la vista e i sogni al piano inferiore. Ho varcato la soglia, delle Officine Mermaid. L’instancabile Max del Motoquick mi presenta Dario “chef” delle officine, ma quasi sfiorando la cafoneria, mi precipito alla scoperta del negozio, attratto come un bimbo da tutti i “giocattoloni” di metallo presente che via, via si presentano alla mia vista. Samurai chopper, Deus, Zaeta, Harley di vario tipo e foggia, parcheggiate tra l’affascinate esposizione interna, l’officina  super attrezzata (con addirittura un ponte a scomparsa) e l’ampio marciapiede antistante. Come in un perfetto salotto di amici mi viene subito offerta una birretta fresca e dissetante, mentre Dario mi racconta un po’  la storia delle officine. Da perfetto ignorantone chiedo subito il significato del nome, che scopro essere “semplicemente” la traduzione in lingua inglese della parola sirena, che forse meno semplicemente è un tatuaggio che Dario si porta addosso, con profondi significati custoditi gelosamente tra i pigmenti colorati. Leggi tutto l'articolo su www.amotomio.it

 

 

Officine Mermaid

Officine Mermaid S.r.l., Via Genova Thaon di Revel, 4, Milano, Lombardia, 20159